carrirc.attivoforum.com

Se il MEZZO MILITARE è il tuo INTERESSE, sei nel posto giusto...e il nostro Club è TUTTO GRATIS!
 
IndicePortaleGalleriaCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 66 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Capitandany

I nostri membri hanno inviato un totale di 19938 messaggi in 1367 argomenti

Condividere | 
 

 Elefant pics

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Lun 4 Lug 2011 - 14:38

.




.......... affraid Locale ..... poco fa è arrivata la proposta per un BergeElefant ... la Factory di Sven non si tira indietro per certe sfide e poi finalmente i carri disarmati trovano di ben diritto la loro essistenza nelle battle ..... chi semina raccoglie e di Berge ne ho proposti mezza dozzina da aggiungere ai munitionvagon con altre tolle del Fùhrer senza il solito cannone ...


.... ... qualcuno avrà il suo personale BergeElefant ... dietro l'angolo avevo lì per caso un kit completo fullmetal completo per il carrellosospensionicingoli in ozio forzato ...... bounce Sleep bounce Sleep bounce


.
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Mar 5 Lug 2011 - 21:14

.



http://s452.photobucket.com/albums/qq250/arkmodel/C6614/#


... buon visio

.
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Dom 10 Lug 2011 - 7:56

Jagdpanzer Elefant

Il progetto di un nuovo cacciacarri pesante venne in mente a Ferdinand Porsche dopo che il suo prototipo del carro armato Tiger I (chiamato VK 4501(P)) venne scartato in favore di quello della Henschel.
Il progetto Porsche era caratterizzato da un treno di rotolamento costituito da tre coppie di ruote collegate a una singola barra di torsione (conseguentemente, su ogni lato erano presenti sei ruote e tre sospensioni) e da due motori centrali raffreddati ad aria da 372,8 kW (complessivi), sempre progettati da Porsche, che fungevano da gruppo elettrogeno per due motori elettrici azionanti le ruote motrici, sistemate sia anteriormente che posteriormente. La torretta era la stessa che sarebbe poi stata utilizzata nel progetto Henschel. Dietro assicurazione di Hitler, che emanò informalmente la commessa in favore della Porsche ancor prima del giudizio di tecnici, la fabbrica tedesca aveva deciso di far produrre dalla Nibelungenwerk di Sankt Valentin, in Austria, 101 scafi. Il progetto, però, venne alla fine scartato, a causa della complessità del cambio e per problemi di rottura delle sospensioni, che erano state appaltate dalla Porsche ad una ditta esterna che non riuscì a soddisfare i requisiti richiesti..


Un Elefant fotografato in Italia nel 1944
La necessità percepita di produrre rapidamente un certo numero di cacciacarri pesanti in grado di montare il cannone da 88/71 da contrapporre ai sempre più numerosi sovietici T-34 e KV portò tuttavia a riesumare il progetto Porsche. Il 22 settembre 1942 iniziarono gli studi e il 30 novembre venne completata una prima bozza. Il 19 marzo 1943 il primo prototipo venne presentato a Hitler a Darłowo che si dimostrò entusiasta, ed ordinò la messa in produzione del nuovo mezzo.
La Nibelungenwerk iniziò quindi a convertire i telai già costruiti: la torretta fu sostituita da una struttura tipo casamatta squadrata (prodotta dalla Alkett e pesante 15.000 kg) il cui centro di massa era concentrato nella parte posteriore del telaio per fare spazio ai due motori, e al suo interno trovavano posto il pezzo principale, le riserve di munizioni e quattro dei sei uomini di equipaggio (il pilota e l'addetto alle comunicazioni si trovavano davanti ai motori; sul retro di questa struttura era collocato un piccolo portello attraverso il quale era possibile rifornire rapidamente il carro; le ruote vennero private dell'anello gommato per semplificarne la costruzione, e i cingoli vennero sostituiti con altri di disegno differente; sulla già generosa corazza frontale venne imbullonata una ulteriore protezione che portò lo spessore totale a 200 mm. Come armamento, venne adottato il KwK 43/2 L/71 da 8,8 cm; i due motori raffreddati ad aria Porsche furono sostituiti da altrettanti Maybach HL 120 TRM da 238,6 kW ciascuno montati nella sezione centrale dello scafo.
In totale, il lavoro di conversione riguardò 91 scafi, completati tra il marzo e il maggio 1943. Questi veicoli vennero battezzati Panzerjäger Tiger (P) Ferdinand, in onore del loro creatore.
Primi impieghi operativi


Nettuno, marzo 1944: soldati tedeschi passano davanti ad un Elefant (notare l'MG 34 sul frontale dello scafo) pronto per essere rimorchiato, probabilmente in seguito ad un guasto meccanico
Tutti i carri modificati tranne due uscirono dalla fabbrica l'8 maggio 1943 e vennero inviati sul fronte orientale cinque giorni dopo per essere assegnati agli schwere Panzerjäger-Abteilung (battaglione cacciacarri pesante) 653 (che ne ricevette 45) e 654 (che ne ricevette 44). Qui presero parte alla battaglia di Kursk, iniziata il 5 luglio 1943. I Ferdinand vennero dispiegati a livello di plotone, talvolta suddivisi in compagnie, con gli altri carri armati e la fanteria a proteggere i fianchi più vulnerabili.
L'impiego operativo lo delineò come arma controversa. Innanzitutto, gli estesissimi campi minati sovietici ne immobilizzarono molti nei primissimi giorni della battaglia. Per esempio, il 5 luglio il 653º Battaglione cacciacarri pesante vide 37 dei suoi 44 veicoli immobilizzati. In secondo luogo, gli inconvenienti tecnici erano molto frequenti, ma la quantità di pezzi di ricambio e di meccanici era inadeguata alle rotture. Un Ferdinand immobilizzato era di scarsa utilità, perché, privo di torretta, poteva ingaggiare i carri nemici solo su un limitato arco frontale (14° a destra o sinistra). I carri isolati o immobilizzati, poi, risultavano particolarmente vulnerabili alla fanteria, che poteva avvicinarsi (il Ferdinand non aveva mitragliatrici per l'autodifesa) e collocare mine magnetiche nelle parti più vulnerabili del carro. Inoltre, i motori elettrici tendevano a surriscaldarsi e a prendere fuoco. La mancanza di un'adeguata protezione dalla fanteria fu responsabile di due perdite totali sino a fine luglio, ma influì ancora più decisamente nel causare ritardi. Infatti se questi veicoli venivano, come spesso capitava, separati dalle truppe amiche, erano costretti ogni volta a ritornare sulle proprie posizioni non essendo in grado di difendersi autonomamente con efficacia.
D'altro canto si rivelava un'arma micidiale e un veicolo pressoché invulnerabile se tenuto dietro le linee in modo da esporre ai colpi nemici solo la corazza frontale. I rapporti di uno solo dei due battaglioni (il 653°) reclamano come vittime dell'unità 320 carri nemici nel corso di tutto il mese di luglio in cambio di 13 perdite totali di Ferdinand. Ipotizzando una tendenziale sovrastima delle vittime del 30% abbiamo un probabile numero di vittime effettive quasi pari a 250.
Nasce l'Elefant


Vista frontale del semovente


Il Ferdinand esposto al museo dei mezzi corazzati di Kubinka. La "N" nel parafango sinistro era il simbolo distintivo del 654º battaglione cacciacarri pesante, mutuata dal cognome del suo comandante, il maggiore Noak.


L'Elefant esposto all'US Army Ordnance Museum di Aberdeen. Questo veicolo, abbandonato per un guasto meccanico nei pressi di Nettuno e il cui numero 102 corrispondeva al secondo carro del comando di compagnia, appartenne al capitano Helmut Ulbricht che fece dipingere una "U" nell'angolo superiore destro del retro della casamatta.
Il giudizio dei comandanti tedeschi che avevano combattuto a Kursk fu, alla fine, positivo (non senza critiche) e propositivo.
Dopo aver combattuto fino all'autunno del 1943 i 42 Ferdinand superstiti, più quattro carcasse distrutte e due convertiti in BergeTiger P (carri da recupero), oltre a un superstite dei tre Bergetiger P convertiti dai cinque Tiger P tenuti per test, e i due Ferdinand originali tenuti in Austria (per un totale di 48 Ferdinand e 3 BergeTiger) furono richiamati in fabbrica nel dicembre del 1943 per modifiche. Fu introdotta una MG 34 sullo scafo, si modificò lo scudo dello stesso e la cassetta degli attrezzi fu spostata dal parafango destro a sopra la marmitta. Inoltre fu adottata una cupola del capocarro con otto iposcopi simile a quella dello StuG III per migliorare la visibilità. Furono risolti i problemi di surriscaldamento dei motori elettrici che divennero piuttosto affidabili, e lo scafo fu ricoperto di Zimmerit per evitare le mine magnetiche. Le modifiche, terminate nel marzo 1944, interessarono 48 dei 51 carri. I mezzi già trasformati in carri recupero non vennero sostanzialmente modificati.
Il carro modificato vide il suo peso accresciuto dalle circa 65 t originarie a circa 70 t e venne ribattezzato ufficialmente Elefant il 1º maggio 1944.
Il secondo impiego
Gli Elefant furono impiegati nuovamente sul fronte orientale e su quello italiano (dove arrivarono alla fine del febbraio 1944) sempre in dotazione al 653º e 654º Battaglione cacciacarri pesante. In Italia parteciparono alle operazioni per contrastare la testa di ponte alleata ad Anzio (operazione Shingle) e solo tre di essi fecero ritorno all'unità madre in estate.
In autunno i veicoli rimasti furono inquadrati nella nuova 614ª Compagnia cacciacarri pesante e 13 - 14 esemplari furono anche impiegati sul fronte occidentale nell'offensiva delle Ardenne.
Gli ultimi quattro superstiti parteciparono alla battaglia di Berlino nei pressi di Zossen. Debitamente utilizzati, si rivelarono micidiali mezzi difensivi, soprattutto in riguardo alla statica difesa delle teste di ponte. Il cannone KwK 43 era in grado di perforare persino la corazzatura dei carri JS-2 da lunghissima distanza, in particolare quando utilizzava i nuovi proiettili con nucleo di tungsteno (raramente disponibili a causa della scarsità di tale metallo nel Reich).
Esemplari attualmente esistenti
I sovietici catturarono a Kursk diversi esemplari di Ferdinand. Giudicato complesso e poco adatto alle loro esigenze operative, non fu né riutilizzato né copiato. Venne inviato a Kubinka per prove di valutazione, e un esemplare è tuttora in mostra presso il museo dei blindati della città.
Gli Alleati catturarono alcuni Elefant ad Anzio, dei quali un solo superstite ora è in mostra all’United States Army Ordnance Museum.
Questi due corazzati sono, attualmente, gli unici mezzi di questo tipo sopravvissuti.



flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Mer 3 Ago 2011 - 19:50

.



... Asiatam promette un suo Elefant dopo avere "promesso" anzitempo il Famo ancora in alto mare con un prezzo da 2000 euri e su questo panzer si vociferano i soliti 300/400 euri senza l'ombra di meccaniche ed elettroniche ... i rischi aumentano sull'incauto acquisto com'è già succeso per le serie Hooben presentate come i toccasana in un mercato assopito per scoprire delle pecche abnormi come presa in giro per chi pagano fior di quattrini ...







... mirate frate





flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Mer 3 Ago 2011 - 19:56

.





... Asitam potrebbe rovesciare l'agemonia sui panzerotti plasticosi dando l'inizio ad una serie di panzer in metallo









... un progetto ambizioso ma capace di rovesciare le sorti di mercato costruendo una linea invalicabile sulla qualità del prodotto (sempre che questo non sia la solita approssimazione alla cinese) ...





flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Mer 3 Ago 2011 - 20:04

.





... come primo inizio bisogna capire di che motorizzazioni si dovrebbero usare per un fullmetal dai pesi considerevoli (vedi Aeromate che razza di costi aggiunti per muovere il Tigre)









... ho per abitudine il concetto sulla prudenza e a far da da cavie lascio ad altri le scoperte meno piacevoli ... le cinesate hanno insegnato sull'andarci adagio in trabocchetti da superare con abbondanti iniezioni di euri per salvare la faccia con un buon soggetto tutto a carico nostro e questo si chiama truffare la buona fede





flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Mer 3 Ago 2011 - 20:10

.





... nessun problema per entrambe le versioni (Tamiya ne avrebbe fatto due carri separati e lucrato su di un paio di insignificanti particolari) caricando i costi com'è solita fare









... la versione Elefant



flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Mer 3 Ago 2011 - 20:15

.





... la versione Ferdinand









... senza smorzare gli "entusiast" delle platiche il cimentarsi con il metallo è tutt'altro mondo da affrontare ... la vedo dura con le imprecisioni che un soggetto del genere impone come attenzione per chiunque intenda ricavarne un modello esclusivo ben realizzato





flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Mer 3 Ago 2011 - 20:23

.



... finora i tanto attesi carri in metallo (almeno quelli solo in parte non hanno stravolto più di tanto l'attenzione) si sono rivelati la solita via di mezzo







... nè carne e nè pesce per dirla intera





flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Gio 4 Ago 2011 - 10:50

.





... il soggetto appare oltremodo rinforzato a tutela delle possibili distorsioni a cui è soggetta la fusione in zama (il ferro qui non può starci, perchè stampare un guscio d'acciaio di tale spessori addio principi costruttivi e commerciali di contenimento costi) e la zama è facile a distorcere ...







... insomma niente ache vedere con il Tiger di Aero-Mate ... un altro pianeta fuori discussione come paragoni





.
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Gio 4 Ago 2011 - 10:58

.





... gli avvitamenti resi necessari dagli stampaggi non sono una virtù costruttiva, anzi denunciano un progetto raffazzonato sul contenimento dei costi ....... parlando chiaro, la realizzazione di un soggetto del genere ben fatto ed all'altezza delle pretese modellistiche serie ... costerebbe una piccola fortuna (vedi l'Areo-Mate con due conti arriva a quasi 5000 euri)







... e direi a chi legge amenità sepliciottate date come indicativi solenni, di fare molta attenzione da dove arrivano per non trovarsi a piangere sul latte versato ... come ogni novità i perditempo sono i primi ad osannarne delle qualità inesistenti ...



.
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Gio 4 Ago 2011 - 12:30

.





... sulla motorizzazione l'IMAI a suo tempo, decenni fa ... già previde una motorizzazione ben più resistente da quelle che seguirono fin dalle prime Tamiya negate con frizioni inaffidabili e mosse addirittura da servi tradizionali ... una cavolata ridimensionata dopo anni perchè gli jap quando sbagliano comunque paga il cliente ... e questi benche inculati per anni se ne vantano affraid







IMAI con una serietà esemplare munì il suo unico carro con uno paio di esuberanti motori da surdimensionati 550 uno per lato con una potenza demoltiplicata esagerata (e qui i denti degli ingranaggi non si spezzano) .... sul prototipo Asiatam non ci sono tracce visibili dove si dovranno posizionare i motoriduttori ........................





flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Ven 5 Ago 2011 - 11:44

.











... quella manciata d'imperfezioni a cui fa riferimento Mad sono la prova nel 9 da affrontare con successo per un modello non sottovalluttabile per importanza e lontano dall'essere usato come trastullo sulle battle sia per i costi che per le caratteristiche di peso ....... un soggetto del genere torna utile sul trial d'abilità snobbato dai ferraristi degli iper veloci a manetta ... come quelli che sparano con i tank di traverso da una vita ... sono quelli della domenica ...



.



.
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Ven 5 Ago 2011 - 11:48

.













... ben realizzati i parafanghi ..... la coppia esatta di quelli IMAI, ma che combinazione ...



.
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Ven 5 Ago 2011 - 11:54

.





... qui si potrebbe iniziare la solita diatriba sul treno di rotolamento errato ..... dove probabilmente hanno solo messo un carrello fuori posto ... debennaggine qualunquista specie in una presentazione in ante prima ........









.
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Ven 5 Ago 2011 - 12:11

.







... sarebbe un evento anche trovare la giusta posizione delle paratie blindate sul deflusso aria di raffreddamento ...



.
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Ven 5 Ago 2011 - 12:32

.





... per la hooben decidere il numero delle griglie da 7 a 6 li ha messi in dure difficoltà ...











... naturalmente un problema del tutto trascurato sul realismo "modellistico" non da importanza a chi si firma Sleep





.





.
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Ven 5 Ago 2011 - 12:34

Sven Hassel ha scritto:
.





... per la hooben decidere il numero delle griglie da 7 a 6 li ha messi in dure difficoltà ...
la centrale ne conta 13 su 15 ma chi se ne frega drunken drunken










... naturalmente un problema del tutto trascurato sul realismo "modellistico" non da importanza a chi si firma Sleep





.





.
Tornare in alto Andare in basso
borealis
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Astesàn!
Età : 46
Messaggi : 2374
Data d'iscrizione : 30.04.10

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Ven 5 Ago 2011 - 12:40

Pure le griglie motore cannate?

Andiamo sempre meglio con 'sto Hooben...sempre più na ciofeca...
Tornare in alto Andare in basso
madmacs
Sottotenente
Sottotenente
avatar

Località (indirizzo completo) : Milano
Età : 48
Messaggi : 124
Data d'iscrizione : 12.03.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Ven 5 Ago 2011 - 15:15

rctaMkir.com???
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Ven 5 Ago 2011 - 16:45

madmacs ha scritto:
rctaMkir.com???





....................... ooooooooooh yesss.



flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Ven 5 Ago 2011 - 22:15

.





... è una buona prudenza non firmare vaccate da far passare come eccelsi stampi ... mai fidarsi della propria egomania da magalomane poco accorto ....... perchè una firma poi spaventa e non la togli ...... diventa come le parole scritte, restano.



.



flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Lun 8 Ago 2011 - 20:32

.



... ecco dall'estero un saggio d'imprecisione







... lo zimmerit l'autore non l'ha fatto e la solita bocca del cannone annerita da evitare e per finire i due carrelli sfilati dall'allineamento Question :cyclops: Question bho.



.
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Lun 8 Ago 2011 - 20:43

.





... discreta verniciatura ... maniglie sulla griglie fuori scala







... le staffe sui parafanghi incomplete ... le griglie sbagliate ... l'orribile sostegno della canna rozzo ... ha dimenticato gli sfoghi d'aria blindati ... parti posizionate invertite





flower
Tornare in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
avatar

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 73
Messaggi : 5151
Data d'iscrizione : 09.02.11

MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   Lun 8 Ago 2011 - 20:54

.





... si dovrebbero contenere certi "entusiat" prima di declamare sciocchezze vantando un acquisto che se esaminato con cura non supera lo standard delle cinesate costando il doppio e passa di un HL ormai trascurato come sia pure carro modificabile ... questo ciospo senza carrelli in metallo e relativi cingoli, le necessarie modifiche (a meno che qualcuno non stia già stampando le griglie esatte in metallo) alla fine costa una belinata di euri buttati







... beati e bravi i primi boccaloni che insegnano ad altri come evitare inculate a caldo Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil



flower
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Elefant pics   

Tornare in alto Andare in basso
 
Elefant pics
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Elefant pics
» Elefant IMAI
» VK4502(P) Sperimentale: E' ESISTITO DAVVERO
» Kawaii
» Tante foto da Dortmund

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
carrirc.attivoforum.com :: OFFICINA-
Andare verso: